I cittadini di Petriolo sperimentano il nuovo sistema di identificazione dei rifiuti

Giovedì, Aprile 21 2011 Scritto da Luca Romagnoli   Comunicati Stampa - Petriolo
Stampa
In accordo e stretta sinergia con il Cosmari, a partire da lunedì 23 maggio 2011, le famiglie di Petriolo (sono escluse le attività economiche) sperimenteranno, tra le prime in Italia ed Europa, un nuovo sistema di identificazione e misurazione dei sacchetti conferiti. Questo progetto, fortemente tecnologico ed all'avanguardia è stato studiato appositamente per Cosmari dalla società Strim ed è stato brevettato insieme alla società Gar Bage. In pratica ad ogni famiglia verranno consegnati dei sacchetti “personalizzati” mediante l'applicazione di etichette identificative elettroniche “rfid”, per conferire i rifiuti secondo la metodologia finora utilizzata che non subirà nessuna modifica. All'atto della consegna, verrà richiesta la tessera sanitaria o dell'intestatario della posizione Tarsu o comunque di un altro componente della famiglia. È importante l'associazione tra utenza ed i sacchetti che avviene mediante un apposito dispositivo portatile in grado di leggere sia il codice dell'utente (rilevato dalla tessera sanitaria) sia tutte le etichette presenti nel rotolo del sacchetto. La sperimentazione riguarderà, per il momento, solo ed esclusivamente i sacchetti blu per il multimateriale leggero (plastica, alluminio, barattolame metallico) ed i sacchetti gialli per i rifiuti indifferenziati. L'operatore preleverà il sacchetto davanti le porte, come fa attualmente, per raccoglierlo all'interno di un automezzo che andrà a registrare, tramite apposite apparecchiature elettroniche, l'avvenuto conferimento. A questo punto, dopo lo scarico dei dati, il sistema centrale potrà effettuare tutte le elaborazioni del caso.
Le finalità di questo importante ed innovativo progetto sono molteplici. Innanzitutto consente una verifica puntuale sulla produzione, sul conferimento e quindi sulla qualità dei rifiuti raccolti. Da non sottovalutare il fatto che tutte le informazioni consentiranno, una volta rielaborate, di migliorare ulteriormente il servizio del “Porta a Porta”. Inoltre il progetto permette di ottenere la riduzione dei volumi e dei relativi costi di prelievo e trasporti, con l'ottimizzazione dell'utilizzo degli operatori e spinge noi tutti verso una produzione minore dei rifiuti, incentivando consumi domestici ecosostenibili. Inoltre, puntando sul senso civico di ognuno, si vuole aiutare ad effettuare in modo più efficiente la differenziazione dei rifiuti e se possibile si vogliono riconoscere i comportamenti virtuosi e rispettosi delle regole e dell'ambiente, garantendo una maggiore equità sociale.
 

Il presente sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in "Raccoltaportaaporta" acconsenti al loro uso; Per ulteriori informazioni visita la nostra pagina web privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information