plus minus gleich
toggle
toggle

Novità Raccolta Differenziata Loreto

Numero Verde Cosmari

Media Mensile
Raccolta Differenziata

L’Assemblea del Cosmari sospesa e rinviata a mercoledì 12 ottobre. Respinte dal Cda e dai Sindaci le dimissioni di Eusebi

E-mail Stampa PDF
Il Consiglio d’Amministrazione – ha detto Sparvoli – ha solo potuto prendere atto della volontà di Eusebi che ringraziamo per il grande lavoro svolto in tutti questi anni e proprio per l’impegno e la professionalità dimostrati, il CdA e l’Assemblea contano di respingere le dimissioni, auspicando la prosecuzione dell’incarico di Presidente da parte di Eusebi, che ha raccolto moltissimi attestati di stima da parte di tutti i Sindaci presenti. Subito dopo, Sparvoli ha chiesto di anticipare la discussione del terzo punto iscritto all’ordine del giorno e riguardante le valutazioni e le eventuali determinazioni della previsione di bilancio al 31 dicembre 2011, proposta accettata con il solo voto contrario del Comune di Macerata. In pratica i problemi di bilancio nascono dal forte aumento scaturito dallo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nelle discariche fuori provincia. Infatti non essendo a disposizione una discarica comprensoriale i costi degli abbancamenti degli indifferenziati non sono prevedibili e sono determinati dalle tariffe stabilite, di volta in volta, a seguito degli accordi con i titolari delle discariche e con le diverse Province. Dai vari interventi l’intenzione generale è stata quella di intervenire presso la Provincia di Macerata per ottenere, in fase di trattative con le altre Province marchigiane, una spesa contenuta ed ottenere condizioni favorevoli, scongiurando il rischio di aumenti della Tarsu che ricadrebbero inevitabilmente sulle tasche dei cittadini. L’argomento è stato rinviato ad una prossima seduta dell’assemblea da convocare a breve, preferibilmente addivenendo ad una soluzione condivisa. Nel corso della discussione sono state anche fornite le ultime notizie inerenti lo stato dell’arte della discarica di Cingoli di cui è in fase di predisposizione il bando di gara per i lavori di realizzazione del nuovo impianto di abbancamento.
A seguire è stato trattato il punto avente per argomento l’acquisizione Smea. Il Vicepresidente Sparvoli ha letto la proposta di delibera elaborata dal CdA del Cosmari, compreso l’allegato.
Sono intervenuti il Sindaci di Matelica, Urbisaglia, Corridonia, Pollenza, Monte San Giusto, Porto Recanati, Serrapetrona e l’Assessore all’ambiente di Camerino. Al termine ha preso la parola il Sindaco di Macerata Carancini che ha precisato tutta una serie di questioni inerenti in particolare al Bilancio economico e finanziario di Smea. Il Vicepresidente Sparvoli a sua volta ha dato diverse risposte confermando la volontà unanime del CdA di acquisire la Smea, rappresentando lo stato dell’arte della questione.
Al termine la proposta è stata quella di respingere le dimissioni del Presidente Fabio Eusebi e di rinviare il punto ad una seduta da tenersi mercoledì 12 ottobre, alle ore 17 previa riunione, che si terrà nella mattinata di martedì 11 ottobre, di un tavolo tecnico ristretto composto dal Sindaco Carancini, dai Sindaci dei Comuni di Monte San Giusto, Porto Recanati, Tolentino, Urbisaglia, dal Vicepresidente e dal direttore del Cosmari e dai consulenti che hanno stilato le diligence, uno in rappresentanza di Macerata e uno del Cosmari. Quindi è stata votata la sospensione all’unanimità al 12 ottobre. Al di là, della questione inerente le dimissioni di Eusebi a cui spetta l’ultima parola, il CdA del Cosmari con il Vicepresidente Sparvoli continua nella sua azione amministrativa e nelle trattative per l’acquisto della società Smea.

Lunedì 20 ottobre si è riunita l’Assemblea Generale dei Comuni soci del Cosmari. Hanno partecipato 33 Comuni su 57. A presiedere la seduta il Vicepresidente Daniele Sparvoli, presenti tutti i componenti del Consiglio d’Amministrazione, che in apertura dei lavori ha informato i presenti della decisione di Fabio Eusebi di dimettersi quale presidente del Cosmari. Il Consiglio d’Amministrazione – ha detto Sparvoli – ha solo potuto prendere atto della volontà di Eusebi che ringraziamo per il grande lavoro svolto in tutti questi anni e proprio per l’impegno e la professionalità dimostrati, il CdA e l’Assemblea contano di respingere le dimissioni, auspicando la prosecuzione dell’incarico di Presidente da parte di Eusebi, che ha raccolto moltissimi attestati di stima da parte di tutti i Sindaci presenti. Subito dopo, Sparvoli ha chiesto di anticipare la discussione del terzo punto iscritto all’ordine del giorno e riguardante le valutazioni e le eventuali determinazioni della previsione di bilancio al 31 dicembre 2011, proposta accettata con il solo voto contrario del Comune di Macerata. In pratica i problemi di bilancio nascono dal forte aumento scaturito dallo smaltimento dei rifiuti solidi urbani nelle discariche fuori provincia. Infatti non essendo a disposizione una discarica comprensoriale i costi degli abbancamenti degli indifferenziati non sono prevedibili e sono determinati dalle tariffe stabilite, di volta in volta, a seguito degli accordi con i titolari delle discariche e con le diverse Province. Dai vari interventi l’intenzione generale è stata quella di intervenire presso la Provincia di Macerata per ottenere, in fase di trattative con le altre Province marchigiane, una spesa contenuta ed ottenere condizioni favorevoli, scongiurando il rischio di aumenti della Tarsu che ricadrebbero inevitabilmente sulle tasche dei cittadini. L’argomento è stato rinviato ad una prossima seduta dell’assemblea da convocare a breve, preferibilmente addivenendo ad una soluzione condivisa. Nel corso della discussione sono state anche fornite le ultime notizie inerenti lo stato dell’arte della discarica di Cingoli di cui è in fase di predisposizione il bando di gara per i lavori di realizzazione del nuovo impianto di abbancamento.

A seguire è stato trattato il punto avente per argomento l’acquisizione Smea. Il Vicepresidente Sparvoli ha letto la proposta di delibera elaborata dal CdA del Cosmari, compreso l’allegato.

Sono intervenuti il Sindaci di Matelica, Urbisaglia, Corridonia, Pollenza, Monte San Giusto, Porto Recanati, Serrapetrona e l’Assessore all’ambiente di Camerino. Al termine ha preso la parola il Sindaco di Macerata Carancini che ha precisato tutta una serie di questioni inerenti in particolare al Bilancio economico e finanziario di Smea. Il Vicepresidente Sparvoli a sua volta ha dato diverse risposte confermando la volontà unanime del CdA di acquisire la Smea, rappresentando lo stato dell’arte della questione.

Al termine la proposta è stata quella di respingere le dimissioni del Presidente Fabio Eusebi e di rinviare il punto ad una seduta da tenersi mercoledì 12 ottobre, alle ore 17 previa riunione, che si terrà nella mattinata di martedì 11 ottobre, di un tavolo tecnico ristretto composto dal Sindaco Carancini, dai Sindaci dei Comuni di Monte San Giusto, Porto Recanati, Tolentino, Urbisaglia, dal Vicepresidente e dal direttore del Cosmari e dai consulenti che hanno stilato le diligence, uno in rappresentanza di Macerata e uno del Cosmari. Quindi è stata votata la sospensione all’unanimità al 12 ottobre. Al di là, della questione inerente le dimissioni di Eusebi a cui spetta l’ultima parola, il CdA del Cosmari con il Vicepresidente Sparvoli continua nella sua azione amministrativa e nelle trattative per l’acquisto della società Smea.

 

Il presente sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in "Raccoltaportaaporta" acconsenti al loro uso; Per ulteriori informazioni visita la nostra pagina web privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information