plus minus gleich
toggle
toggle

Novità Raccolta Differenziata Loreto

Numero Verde Cosmari

Media Mensile
Raccolta Differenziata

Il Cosmari è una azienda sana e solida.

E-mail Stampa PDF

Cosmari non solo presenta un livello di indebitamento sostenibile e ragionevole, ma ritiene necessario di dover effettuare nuovi ed ulteriori investimenti, così da migliorare la qualità del servizio e raggiungere un ancora più elevato livello di efficienza. L’obiettivo ormai raggiunto di ridurre le società operanti sul territorio da 3 ad 1 testimonia il continuo sforzo di razionalizzazione che il Cosmari da tempo persegue e l’aver valutato che per l’anno a venire esiste la possibilità di una importante riduzione delle tariffe conferma ciò.

Inoltre l’aver chiuso definitivamente la stagione dell’inceneritore ha comportato una riduzione del valore patrimoniale del Cosmari, sostenere quindi che detto valore sia oggi inadeguato è solo il frutto di una analisi non obiettiva. Infine parlare di interessi passivi fuori controllo (600.000 euro) non risponde al vero in quanto gli stessi ammontano a circa l’ 1,5% del fatturato complessivo anche in questo caso in linea con la buona conduzione dei conti.


Quindi – come aggiunge lo Studio Pozzoli - i debiti dipendono dalle situazioni contingenti e la perizia conferma sostanzialmente la solidità patrimoniale testimoniata da un bilancio equilibrato che ratifica i valori dell’azienda e l’andamento di un soggetto che continua a investire, avendo crediti “certi” ed un orizzonte temporale di affidamento del servizio di ben 15 anni.


In questa delicata fase di avvicendamento nella governance del Cosmari è bene mantenere i nervi saldi e guardare fisso al positivo orizzonte, mi rivolgo quindi ai Sindaci ed ai cittadini della nostra provincia smentendo in maniera perentoria gli allarmismi in atto. Essi sono il frutto di analisi ingannevolmente parziali dei documenti esistenti. Aggiungo che al contrario di quanto si registra, verranno come sempre pagati stipendi e tredicesime così come verranno rispettati gli impegni presi con i fornitori. Se cosi non fosse non saremmo stati capaci in un solo anno di estinguere il debito per l’acquisizione della Smea e di saldare ben i 2/3 dei lavori effettuati per la realizzazione della nuova discarica di Cingoli” dichiara il Presidente uscente del consorzio Daniele Sparvoli che aggiunge inoltre “quel che non ritengo giusto è che si vogliano fare addirittura confronti disomogenei con altre società pubbliche del territorio come l’ APM di Macerata, per le quali il Cosmari nutre profondo rispetto in relazione ai bilanci espressi ed alle attività svolte”.

 

Il presente sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in "Raccoltaportaaporta" acconsenti al loro uso; Per ulteriori informazioni visita la nostra pagina web privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information