plus minus gleich
toggle
toggle

Novità Raccolta Differenziata Loreto

Numero Verde Cosmari

Media Mensile
Raccolta Differenziata

Forum Rifiuti. La rivoluzione italiana verso l’economia circolare. Anche il Cosmari a Roma per raccontare la propria esperienza

E-mail Stampa PDF


Forum Rifiuti 2015 Roma CosmariNel corso della sua relazione, il Direttore del Cosmari Giuseppe Giampaoli ha presentato il Cosmari, recentemente trasformatosi in srl a intero capitale pubblico, evidenziando i vari passaggi che hanno portato alla scelta strategica di incrementare e sperimentare diverse formule della raccolta differenziata fino al “Porta a Porta” e contemporaneamente di investire in impianti capaci di assicurare il recupero e il riciclaggio dei materiali raccolti. Ampio spazio è stato dedicato ai progetti particolari, come il sistema microcip e la tariffazione puntuale e alle nuove sfide come il progetto per la riduzione dello spreco alimentare nei ristoranti e strutture ricettive. Ai lavori del Forum Rifiuti ha partecipato anche Paolo Gattafoni, componente del CdA del Cosmari srl. A tutti i partecipanti è stata consegnata la nuova brochure Cosmari.

Nonostante tante buone pratiche ed esperienze di successo l’Italia non riesce a superare completamente l’emergenza rifiuti, perché purtroppo non esiste una politica nazionale che punti con decisione sull’economia circolare  - ha dichiarato il vicepresidente di Legambiente Stefano Ciafani che ha aperto la prima sessione della giornata. Questo settore oggi non viene considerato nelle politiche governative, e lo dimostra anche la recente pubblicazione della bozza di decreto sull’incenerimento dei rifiuti in attuazione dell’articolo 35 del decreto Sblocca Italia che prevede 12 nuovi inceneritori in Italia e che andrebbe sostituito con un nuovo testo per promuovere l’economia circolare sul territorio nazionale. L’Italia ha invece un gran bisogno di politiche e impianti per il riuso e il riciclaggio e di un nuovo sistema di incentivi e disincentivi che rendano la prevenzione e il riciclo più convenienti, anche economicamente, rispetto al recupero energetico e allo smaltimento in discarica.

Nel nostro Paese la gestione dei rifiuti urbani è ancora molto legata all’uso della discarica, nel centro sud mancano ancora gli impianti per trattare e avviare a riciclo i rifiuti, le politiche nazionale di prevenzione latitano e i rifiuti speciali, anche pericolosi, continuano a finire troppo spesso nelle maglie delle ecomafie e della criminalità ambientale. Ma nonostante le emergenze e il grave ritardo di alcuni territori, l’Italia ha oggi tutte le carte in regola per fare da capofila nell’economia circolare europea grazie alle sempre più numerose esperienze di gestione sostenibile dei rifiuti. Come quella del Cosmari, fondate su riciclaggio, raccolte differenziate domiciliari, sistemi di tariffazione puntuale, politiche di riuso e prevenzione. Abbiamo Comuni ricicloni, consorzi pubblici e aziende virtuose che costituiscono esperienze di green economy eccezionali. L’innovazione impiantistica della valorizzazione dell’organico, degli ecodistretti e delle cosiddette fabbriche dei materiali rende oggi possibile il riciclaggio anche delle frazioni fino ad oggi avviate a incenerimento e smaltimento, con nuove opportunità ambientali, economiche, sociali.


Forum Rifiuti è stato organizzato con il patrocinio di: Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Ministero dello Sviluppo economico, Regione Lazio, Roma Città metropolitana. Partner:  Coou. Platinum Sponsor: Cobat, Conai, Gorent. Gold Sponsor: Contarina, Ecopneus, Fater, Montello. Main Sponsor: Belvedere, Novamont, Sogenus. Sponsor: Ambiente, Amiu per LiguriaCircular, Asa Tivoli, Città Sostenibile Ecomondo,  Consorzio Italiano Compostatori, Cosmari, Eurosintex, La Filippa, Mattiussi Ecologia,  Retarderitalia, Adriatica Green Power per Second Life

Media Partner: Eco dalle Città, Greenbiz.it, Greenstyle, Green Report, nonsoloambiente.it

 
utenti online